pausa pranzo

Il pranzo aziendale non è solo un pasto: dietro c’è molto di più. Scopri perché è importante che l’azienda si occupi di garantire il pranzo ai lavoratori

Un’azienda che oggi vuole essere virtuosa e realmente competitiva sul mercato non può non fare i conti con il benessere organizzativo e le politiche di welfare aziendale: da anni ormai l’attenzione intorno a questi temi è alta, perché, come dimostrato da studi e ricerche sempre più numerosi, il successo di un’azienda passa innanzitutto dal benessere, dalla soddisfazione e dalla felicità dei suoi lavoratori.

Benefit di welfare aziendale per il benessere organizzativo

I modi per promuovere il benessere organizzativo in azienda sono tanti: tutti però mettono al centro il lavoratore come persona, con le sue necessità che vanno ben oltre i bisogni legati al lavoro e coinvolgono anche la sua sfera emotiva, personale e privata.

Ne abbiamo parlato in questo articolo, raccontando quanto sia importante creare un clima di lavoro sereno per stimolare la motivazione, la creatività e la produttività dei lavoratori.

Qui invece troverai una lista di possibili benefit di welfare aziendale da implementare per rendere i dipendenti davvero felici di lavorare nella tua azienda: gratificare i lavoratori con premi e mettere a loro disposizione servizi di welfare essenziali è il modo migliore per trasformare gli uffici in luoghi piacevoli da vivere quotidianamente e rendere le aziende sempre più a misura di lavoratore. E tra i vari benefit possibili, non è un mistero che il welfare aziendale legato alla pausa pranzo sia uno dei più importanti e amati dai lavoratori, uno di quelli su cui è assolutamente vietato risparmiare e/o sbagliare.

audit benessere dipendenti

Il momento sacro della pausa pranzo aziendale

Mangiare è una necessità fisiologica, su questo siamo tutti d’accordo: ma il momento della pausa pranzo aziendale è anche un momento di relax, l’occasione di staccare dal lavoro e dai ritmi concitati dell’ufficio, socializzare con i colleghi, fare gruppo e ricaricare le batterie.

Ma non solo: restando sul piano nutrizionale, sappiamo bene che il pranzo è considerato da medici e nutrizionisti il pasto principale, che dovrebbe garantire abbastanza calorie da poter affrontare con energia il resto della giornata.

In assenza di una mensa aziendale, per i lavoratori che trascorrono l’intera giornata in ufficio, tra panini e schiscette, sarebbe davvero difficile fare un pranzo sano, a meno che non scelga di andare al ristorante pagando di tasca propria.

Ecco perché è fondamentale che l’azienda garantisca il welfare aziendale della pausa pranzo offrendo ai propri dipendenti un pasto sano, un’ampia scelta e un momento di vero relax e socializzazione al di fuori dei locali dell’ufficio, tutto a costo zero per il lavoratore.

La mensa diffusa è l’alternativa perfetta alla tradizionale mensa aziendale interna, perché permette ai dipendenti di scegliere dove pranzare in una rete di ristoranti e locali convenzionati, semplificando le modalità di pagamento del pasto e garantendo anche all’azienda un notevole risparmio.

Ne abbiamo parlato in questo articolo che ti consigliamo di leggere.

richiedi demo