Ti trovi qui:Home/Ristoranti/Nuovo DPCM: i ristoranti possono svolgere servizio mensa alle aziende

Nuovo DPCM: i ristoranti possono svolgere servizio mensa alle aziende

Ti trovi qui:Home/Ristoranti/Nuovo DPCM: i ristoranti possono svolgere servizio mensa alle aziende

Nuovo DPCM: i ristoranti possono svolgere servizio mensa alle aziende

Si apre uno spiraglio per la ristorazione delle zone rosse e arancioni: i ristoranti possono svolgere servizio mensa per le aziende limitrofe, ma con tutte le eccezioni del caso, un iter piuttosto complesso e nessuno spazio alle improvvisazioni.

Il nuovo DPCM e il decreto legge firmato da Draghi hanno confermato la divisione del nostro Paese in fasce di rischio: gialla, arancione e rossa. Poco cambia per i ristoranti (e più in generale i locali con cucina), che nelle zone a maggior rischio resteranno chiusi e potranno effettuare solamente il servizio di asporto fino alle ore 22 e di consegna a domicilio senza limiti di orario – come sempre nel totale rispetto delle norme igienico sanitarie.

Continua però ad essere prevista la possibilità per le mense di operare come in precedenza, e la buona notizia è che anche con il nuovo DPCM i ristoranti posso svolgere servizio mensa alle aziende. Come? E questo cosa significa per i ristoratori?

Sei un’azienda che sta cercando una soluzione per la pausa pranzo dei suoi dipendenti?

I ristoranti possono svolgere servizio mensa. Cosa prevede il nuovo DPCM?

Come si legge nell’Art. 37 comma 1 e Art. 46 comma 1 del DPCM “continuano a essere consentite le attività delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, nei limiti e alle condizioni di cui al periodo precedente”.

Per questo motivo, da nord a sud molti esercizi pubblici hanno fatto richiesta per trasformare bar e ristoranti in mense aziendali e riuscire così a lavorare anche in questo periodo di forti restrizioni. É bene notare però che la possibilità di svolgere servizio mensa alle aziende non deve rappresentare una scorciatoia di ristoranti, bar, trattorie per accogliere in pausa pranzo, oltre ai lavoratori, anche clienti normali che vogliono gustare un piatto fuori dalle mura domestiche. Al contrario, deve essere presa molto seriamente dai ristoratori che, in caso di mancanza di uno o più requisiti previsti dal Ministero, possono incorrere a multe molto salate!

Lo scopo della manovra, infatti, è quello di lasciare la possibilità di risolvere il grosso problema della pausa pranzo per tutte quelle aziende che non possono ricorrere allo smart working e che non hanno una mensa interna e, dunque, necessitano di una soluzione per gestire in modo sicuro la pausa pranzo dei propri dipendenti. Non deve rappresentare in alcun modo una possibilità per i ristoranti di aggirare le regole di chiusura imposte dal DPCM.

Proprio per evitare che questo accada, l’iter per trasformare un ristorante in mensa aziendale è piuttosto preciso e non lascia spazio a “fai da te” ed improvvisazioni.

Cosa serve, quindi, al tuo ristorante per diventare una mensa aziendale?

Prima di tutto deve esistere l’autorizzazione da parte delle autorità territoriali. Una volta accertata la possibilità di svolgere servizio mensa nel proprio comune, sarà fondamentale l’esistenza di uno specifico contratto di mensa aziendale tra ristorante e azienda, che preveda delle specifiche convenzioni per il pranzo, concesse solo nei giorni lavorativi. La copia di questo contratto dovrà poter essere mostrata su richiesta degli organi territoriali, insieme all’elenco nominativo del personale beneficiario del servizio (il tutto rispettando la Privacy Policy).

Trovi qui LA PROCEDURA COMPLETA per attivare il servizio mensa nel tuo locale.

Noi di PerPranzo, da sempre dalla parte dei ristoratori in pausa pranzo, possiamo aiutarti a certificare il tuo locale come mensa aziendale, offrendoti lo strumento e tutta l’assistenza necessaria per adeguare i ristoranti alla normativa ministeriale, regionale e comunale e svolgere così il servizio mensa alle aziende della tua zona, ovviamente rispettando il nuovo DPCM.

Se il tuo ristorante si trova in zona gialla, PerPranzo può esserti utile lo stesso! Attivare ora la mensa certificata di PerPranzo, infatti, significa avere a disposizione un servizio gratuito per la gestione delle convenzioni con le aziende in pausa pranzo che potrà servirti anche in futuro. Inoltre – nell’eventualità di un ritorno in zona arancione o rossa – ti permetterà di restare aperto a pranzo immediatamente, senza bisogno di attendere i tempi burocratici di conversione del tuo ristorante in mensa aziendale!

TOFU - RESTAURANT

PerPranzo trasforma il tuo ristorante in una mensa aziendale

PerPranzo si occupa da sempre di pausa pranzo e, in questo preciso momento di emergenza, rappresenta lo strumento ideale per certificare la mensa aziendale all’interno degli esercizi pubblici.

Infatti, tramite una soluzione digitale e GDPR compliant, permette di gestire i contratti e le convenzioni per il pranzo tra azienda e ristorante e di verificare in maniera smart e veloce il diritto o meno di accedere al servizio di mensa aziendale da parte dei dipendenti dell’azienda, evitando così qualsiasi problema burocratico.

Autorizzazione territoriale

Nonostante questa possibilità sia prevista dal nuovo DPCM, è importante sottolineare che saranno le singole autorità territoriali a stabilire se i ristoranti possono svolgere servizio mensa alle aziende. Noi di PerPranzo ci assicureremo di avere l’autorizzazione necessaria prima di stipulare le convenzioni con le aziende.

In questo modo il ristorante rimane chiuso al pubblico, ma diventa accessibile esclusivamente ai dipendenti delle aziende che vogliono usufruire del servizio di mensa aziendale e con cui è stato stipulato un contratto. Ovviamente l’ingresso al ristorante sarà contingentato e nel rispetto di tutte le norme anti contagio, e il pagamento del pranzo avverrà in maniera sicura e contactless tramite PerPranzo.

L’iniziativa, unica nel suo genere, ha l’obiettivo di stare al fianco di aziende e ristoranti, per affrontare insieme questa difficile fase con un servizio semplice, conveniente e sicuro.

Un piccolo ma grande aiuto

In questo periodo difficile, la nostra soluzione rappresenta un modo per agevolare l’operatività delle aziende nel rispetto della regole anti-contagio e per dare un piccolo ma grande aiuto alla ristorazione locale.

Sono tanti i lavoratori costretti a vivere con difficoltà il momento della pausa pranzo: ad esempio, le restrizioni costringono gli operai o i lavoratori artigiani a mangiare sotto la pioggia o, se al coperto, comunque un panino al volo e al freddo. Garantire il servizio di ristorazione diventa essenziale per le aziende che non posso fare smart working o non hanno gli spazi necessari per garantire il distanziamento.

I ristoranti possono in questo modo fornire un servizio essenziale per le aziende che non fanno smart working, e allo stesso tempo possono tornare a lavorare a pranzo.

Ricorda però che per poter restare aperto come mensa a pranzo deve esistere un contratto tra il tuo ristorante e almeno un’azienda! Per questo motivo è fondamentale che tu conosca almeno un’azienda con cui noi di PerPranzo ci impegneremo a stipulare le convenzioni per la mensa aziendale nel tuo locale!

TOFU - RESTAURANT
Published On: 25 Gennaio 2021Categorie: Ristoranti

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

About the Author: Marta Maestri

Marketer e content creator, con una forte passione per tutto quello che è food. Millennial, laureata in Marketing e con esperienza in aziende Food & Beverage sia in Italia che a Londra. Credo in un futuro di sostenibilità e umanizzazione.