Ti trovi qui:Home/Aziende e Consulenti/Inclusione, welfare aziendale e produttività

Inclusione, welfare aziendale e produttività

Ti trovi qui:Home/Aziende e Consulenti/Inclusione, welfare aziendale e produttività

Inclusione, welfare aziendale e produttività

Cos’è il welfare aziendale? Come promuoverlo nella propria azienda? E quanto è importante per i lavoratori? Ecco le risposte

Le più recenti statistiche sul mondo HR confermano quanto l’attenzione al benessere dei lavoratori sia importante per creare un clima di lavoro sereno e produttivo che fa bene a tutta l’azienda da tutti i punti di vista, anche quello economico-finanziario.

Anche in Italia è ormai opinione diffusa che il benessere dell’azienda, inteso come produttività, competitività e valore sul mercato, sia indissolubilmente legato al benessere individuale dei suoi dipendenti: le risorse umane hanno, in questo contesto, il compito di implementare misure di welfare aziendale sempre più efficaci per promuovere il benessere dei lavoratori.

Cos’è il welfare aziendale? Una definizione

Le misure di welfare passano attraverso l’inclusione, l’erogazione di benefit aziendali e la promozione della produttività dei singoli, ma cos’è davvero il welfare aziendale?

Eccone una definizione quanto più esaustiva possibile:

Il welfare aziendale è l’insieme di tutte le iniziative che hanno come obiettivo quello di incrementare il benessere psico-fisico del lavoratore e della sua famiglia. Nelle misure di welfare aziendale rientrano quindi l’erogazione sia di benefit retributivi in denaro, sia di servizi volti a migliorare la qualità della vita dei propri dipendenti. 

Come si evince chiaramente, l’obiettivo è quindi quello di soddisfare anche i bisogni non legati all’ambiente lavorativo, facendosi carico delle esigenze del lavoratore a 360 gradi, allo scopo di metterlo nelle condizioni psico-fisiche ottimali per lavorare al massimo delle sue potenzialità.

Scarica la guida gratuita sull'employee engagement

Misure di welfare e premi di produttività aziendale: cosa dice la legge

Sebbene non esista ancora una legge italiana che regoli le politiche di welfare aziendale, anche da questo punto di vista sono stati fatti dei passi in avanti che oggi consentono alle aziende di offrire agevolmente una serie di benefit ai propri dipendenti.

A partire dal 2016 le Leggi di Bilancio hanno introdotto alcuni vantaggi fiscali per le aziende che mettono in atto misure di welfare aziendale, dallo sgravio fiscale dei premi di produttività alla detassazione completa dei servizi di welfare.

Queste agevolazioni permettono ad aziende e lavoratori di erogare ed usufruire dei premi di produttività e delle misure di welfare aziendale a fronte di una detassazione notevole, nell’ottica, da parte del Governo, di incoraggiare sempre più la predisposizione di queste misure.

Welfare in azienda: quanto è importante?

Non è dunque difficile comprendere che, se adeguatamente utilizzate e dosate, delle buone misure di welfare aziendale presentano dei vantaggi reciproci per il dipendente e l’azienda e, sulla lunga distanza, sono realmente in grado di fare la differenza tra un’azienda normale e un’azienda illuminata, in cui vale davvero la pena di lavorare. A questo proposito leggi anche: “Aziende “great place to work”: cosa dicono i lavoratori”.

richiedi demo PerPranzo
Published On: 15 Aprile 2020Categorie: Aziende e Consulentitag = , ,

About the Author: Giuliana Gugliotti

Giornalista, blogger e social media manager freelance. Aiuto aziende e professionisti a raccontare la loro storia e a costruirsi un’identità vincente sul web.