Ti trovi qui:Home/Dipendenti/Caffeina: quando è troppa e quanti caffè bere al giorno?

Caffeina: quando è troppa e quanti caffè bere al giorno?

Ti trovi qui:Home/Dipendenti/Caffeina: quando è troppa e quanti caffè bere al giorno?

Caffeina: quando è troppa e quanti caffè bere al giorno?

Praticamente tutti noi (per la precisione circa l’80%) consumiamo ogni giorno qualche forma di caffeina. Ma quando il consumo di caffé diventa “troppo”?

In un mondo sempre più frenetico, affidarsi all’effetto del caffè diventa sempre più importante. Come agisce la caffeina sul nostro corpo? E quanti caffè si consiglia di consumare al giorno? Vediamo insieme le risposte alle domande più comuni sulla bevanda più consumata al mondo.

quanti caffè bere al giorno

Cos’è la caffeina?

Nella sua forma pura, la caffeina è una polvere bianca con un gusto amaro. Si tratta di un agente psicoattivo, che influenza il modo in cui funziona il nostro cervello. Durante la giornata, infatti, il nostro cervello rilascia l’adenosina, un neurotrasmettitore che si accumula durante il giorno e causa la sensazione di stanchezza. La caffeina blocca l’adenosina e in questo modo permette di farci sentire più svegli e attivi.

La caffeina è la sostanza psicoattiva più consumata al mondo. Contenuta nel caffè, è presente in quantità minori anche in tè, cacao, cola, guaranà e mate. Come accade per altri nutrienti, ciò che può danneggiare la salute dipende da quanta caffeina si assume. Generalmente la quantità assunta attraverso il consumo di caffè o altre bevande è modesta e non genera problemi al nostro corpo.

L’impatto della caffeina sulla nostre salute

La caffeina viene assorbita velocemente dal nostro corpo: impiega dai 45 minuti all’ora circa. Gli effetti della caffeina sulla nostra salute sono stati studiati molto bene nel corso del tempo e, anche se molti di noi la utilizzano per restare più svegli e concentrati, ci sono altri spetti da tenere in considerazione. Eccone alcuni:

  1. Miglioramento della performance sportiva 

Visto che la caffeina agisce sul sistema nervoso, inevitabilmente influenza anche la percezione che abbiamo di alcune cose, come la forza muscolare o la sensazione di fatica. 100mg di caffeina (più o meno una tazza di caffè) prima dell’attività sportiva aiutano ad aumentare la resistenza e modificano la soglia di dolore.

  1. Riduzione della pressione sanguigna

Bere caffè e tè regolarmente potrebbe aiutare a ridurre la pressione alta e diminuire il rischio di malattie cardiovascolari, grazie al loro alto contenuto di polifenoli. Anche se coloro che non bevono regolarmente caffeina spesso mostrano inizialmente un aumento dei livelli di adrenalina e della pressione sanguigna, questi effetti generalmente non durano a lungo: in circa una settimana, chi consuma caffeina con regolarità inizia a sviluppare una tolleranza parziale o anche completa agli effetti stimolanti e inizia così a godere dei benefici opposti. A constatarlo sono diversi studi, tra cui quello condotto dai ricercatori dell’ospedale universitario di Losanna (CHUV). Attenzione però: la reazione alla caffeina è determinata in parte anche dalla genetica e i fumatori, ad esempio, non beneficiano del calo di pressione.

  1. Disturbo del sonno

Le persone che consumano caffeina prima di andare a dormire potrebbero addormentarsi con maggiore difficoltà. Questo ovviamente è dovuto alla sua azione eccitante.

Sapevi che ci vogliono dalle 2.5 alle 4.5 ore per processare la metà della caffeina ingerita da una persona? Una buona regola potrebbe essere quella di non bere o mangiare cibo contenente caffeina nelle 6 ore che precedono il momento in cui vogliamo dormire.


Quanti caffè possiamo bere al giorno?

Non esiste un limite universale. A livello europeo, l’ EFSA – Agenzia Europea per la Sicurezza Alimentare – consiglia di non consumare più di 400mg di caffeina al giorno – circa 2-4 tazze di caffè (a seconda dell’intensità) e 8 tazze di tè. In generale, è un limite indicativo ma che varia a seconda delle situazioni, dell’età e della tolleranza individuale alla caffeina.

Chi pratica attività sportiva a livello agonistico, ad esempio, può assumere 200 mg di caffeina anche in una sola dose, cosa altrimenti sconsigliata. Mentre durante la gravidanza si consiglia di non superare i 200mg giornalieri, a causa della riduzione del metabolismo della caffeina.

Ricordiamo però che, essendo la caffeina presente non solo nel caffè ma anche nel tè, in alcune bacche e in moltissime bevande energetiche e dolci e prodotti di pasticceria, facendo il calcolo di quanti caffè bere durante la giornata, occorre considerare anche la caffeina consumata attraverso altri alimenti.

É possibile andare in overdose di caffeina? Sì, si possono avere effetti tossici già con l’assunzione di 1.2g in una volta sola, mentre livelli come 10g di caffeina assunta in un periodo ristretto di tempo (che equivale a circa 100 shots di espresso) potrebbero essere addirittura fatali.

Quiz-great-workplace-to-lunch

Published On: 15 Giugno 2021Categorie: Dipendenti

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

About the Author: Marta Maestri

Marketer e content creator, con una forte passione per tutto quello che è food. Millennial, laureata in Marketing e con esperienza in aziende Food & Beverage sia in Italia che a Londra. Credo in un futuro di sostenibilità e umanizzazione.