Ti trovi qui:Home/Dipendenti/8 regole per essere felici sul lavoro (e anche nella vita)

8 regole per essere felici sul lavoro (e anche nella vita)

Ti trovi qui:Home/Dipendenti/8 regole per essere felici sul lavoro (e anche nella vita)

8 regole per essere felici sul lavoro (e anche nella vita)

Facciamo un breve calcolo: trascorriamo 8 ore al giorno per 5 giorni a settimana lavorando. Questo significa che passiamo circa 160 ore al mese all’interno dell’ambiente lavorativo.

É evidente che vivere il proprio lavoro nel migliore dei modi ha un impatto sia sulla qualità del nostro operato che sulla nostra felicità generale, anche fuori dall’ufficio.

Essere felici sul lavoro riguarda una serie di diversi elementi che, messi insieme, vanno a costruire da un lato il benessere delle persone, dall’altro migliorano, direttamente o indirettamente, la produttività e quindi la performance dell’ azienda. Come affrontare col sorriso la settimana lavorativa? Abbiamo raccolto alcuni consigli.

Cos’è la felicità aziendale?

Il mondo del lavoro ci mette davanti ad alcune difficoltà:

  • L’impossibilità di scegliere i colleghi: i colleghi e i componenti del proprio team sono imposti e non scelti. Questo può portare a divergenze o scontri interni che non favoriscono la serenità delle risorse umane
  • L’impossibilità di scegliere i propri compiti: spesso ci troviamo a dover portare a termine dei progetti o delle attività che non abbiamo scelto in prima persona e per i quali può mancare la motivazione necessaria

Come affrontare queste situazioni? Ricorda che la felicità è uno stile di vita e sei tu stesso a creare il tuo modo di pensare e approcciarti alla quotidianità lavorativa. Se ne evidenzi i lati positivi renderai il lavoro più piacevole, mentre pensando sempre e solo a quelli negativi non farai altro che ingigantire i problemi. Come fare?

essere felici sul lavoro1. Sviluppa la flessibilità

Nella vita e sul lavoro è fondamentale sapersi adattare alla realtà, comprenderne le dinamiche e intervenire per modificarne le circostanze. Purtroppo, sul lavoro capita spesso di trovarsi in situazioni diverse rispetto a quanto previsto o non del tutto confortevoli. Per non farsi schiacciare dalle difficoltà è importante essere flessibili e fare in modo di trovarsi a proprio agio in qualsiasi situazione (o quasi!)

2. Lascia a casa i problemi personali

É normale dover affrontare problemi esterni all’ambiente lavorativo ma che ci impediscono di concentrarci o essere felici sul lavoro. Ricorda però che nessuno ha una vita personale completamente senza problemi.

Anzi, proprio come ti imponi di lasciare da parte il lavoro per goderti il ​​tuo tempo libero e la tua famiglia, è importante riuscire a fare anche il contrario: lascia a casa eventuali preoccupazioni personali e concentrati sul lavoro.

3. Accetta la diversità

Nelle discussioni, ognuno può avere il suo punto di vista. Concedi agli altri la possibilità di essere diversi da te, senza considerarli per questo “peggiori”.

All’interno di un team è importante evitare competizioni e critiche non costruttive: far notare gli errori deve avere lo scopo di “aiutare” a correggerli e non quello di sminuire l’altro. E ricorda: concediti sempre il beneficio del dubbio, non sempre ciò che pensiamo rappresenta l’unica e indiscussa “verità”!

4. Crea un ambiente di fiducia e connessione con gli altri

Uno degli elementi chiave per essere felici sul lavoro è riuscire a costruire una forte rete sociale. L’uomo, per natura, ha bisogno di socializzare e costruire un ambiente di fiducia e connessione anche con i propri colleghi. Il calcolo è semplice: passiamo 8 ore al giorno a stretto contatto con i colleghi: vien da sé che stringere amicizia sul posto di lavoro sia fisiologico. Secondo alcuni studi, infatti, le amicizie sul posto di lavoro possono aumentare fino al 50% i livelli di felicità.essere felici sul lavoro

Oltre al guadagno in termini di rapporti personali, fare amicizia in ufficio crea un ambiente stimolante, rende più efficace il lavoro di team e ci fa stare bene. Molte sono le aziende, infatti, che incoraggiano i rapporti interpersonali per rafforzare motivazione, team building e produttività.

5. Costruisci un ufficio su misura

Viviamo nel nostro posto di lavoro per almeno otto ore al giorno, quindi probabilmente più del tempo che trascorriamo nel nostro letto! Per questo è importante rendere il proprio spazio e la propria postazione in ufficio il più accogliente e confortevole possibile. Personalizza il tuo spazio con piante, foto o elementi gradevoli (sempre che le politiche aziendali lo consentano).

6. Concediti un premio fuori dal lavoro

Premiati almeno una volta al mese con una ricompensa fuori dal lavoro. Che si tratti di uno svago, di una cena con gli amici o di un film, concediti un regalo! Proprio come lo stress che ti porti da casa può interferire con il tuo lavoro, anche gli aspetti positivi e gratificanti della tua vita privata possono influenzare l’umore sul lavoro.

7. Concentrati su qualcosa di positivo

Identifica gli aspetti positivi e le cose che ti piacciono del tuo lavoro, anche se sono cose semplici come i il panorama dalla finestra o la pausa pranzo in compagnia dei colleghi. E non dimenticare di sorridere! Il sorriso fa bene al cuore, ingentilisce gli animi e aiuta ad essere felici, anche sul lavoro!

8. Mangia sano ed equilibrato

Seguire una dieta sana ed equilibrata che non sia basata solo su panini e snack è davvero importante per rimanere concentrati e affrontare al meglio le lunghe giornate in ufficio. In particolare, cerca di non saltare mai la pausa pranzo e concediti il giusto tempo per pranzare in modo completo e possibilmente in compagnia. Sapevi che condividere il pranzo con i colleghi rafforza il lavoro di squadra ed ha uno straordinario effetto collante?

Quiz-great-workplace-to-lunch

Published On: 1 Aprile 2021Categorie: Dipendenti

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

About the Author: Marta Maestri

Marketer e content creator, con una forte passione per tutto quello che è food. Millennial, laureata in Marketing e con esperienza in aziende Food & Beverage sia in Italia che a Londra. Credo in un futuro di sostenibilità e umanizzazione.