dipendenti-aziende-pausa-pranzo

Organizzazione, servizio rapido e personalizzato: ecco alcuni consigli per attirare e far tornare i clienti nel tuo ristorante durante la pausa pranzo 

Se il tuo ristorante si trova in una zona centrale, ad alta densità di uffici pubblici, aziende e attività commerciali, la pausa pranzo rappresenta una vera e propria opportunità di business

Se non ci hai ancora pensato ti consigliamo di leggere questo articolo in cui abbiamo parlato di come espandersi proprio in questo segmento di mercato legato al business della pausa pranzo. 

Tuttavia non basta essere aperti ad ora di pranzo e offrire un buon menù ad un prezzo concorrenziale per avere il ristorante pieno di lavoratori in pausa pranzo: per attirarli e, soprattutto, per fidelizzarli, bisogna organizzarsi in base alle loro esigenze specifiche, che sono molto diverse da quelle di un tradizionale cliente.

Qui di seguito troverai alcuni utili consigli per riempire il tuo ristorante durante la pausa pranzo, mentre per scoprire come fidelizzare questo tipo di utenza puoi leggere questo articolo

Calcola il risparmio per il tuo ristorante con PerPranzo 

Accedi a PerPranzo ZERO FEE

Entra e trionfa nel business della pausa pranzo

Come abbiamo detto, un lavoratore in pausa pranzo ha delle esigenze specifiche che non possono essere messe in secondo piano: ed è alla loro soddisfazione che devi puntare per riempire il tuo ristorante. 

Secondo un’indagine condotta da Nomisma per l’Osservatorio Buona Pausa Pranzo di CIRFOOD, il fattore che maggiormente influisce sulla pausa pranzo è il tempo: difficilmente si dedica a questo momento della giornata più di 40 minuti, anche perché gli italiani durante la pausa pranzo svolgono anche altre attività*:

  • Il 13% per usare i social o fare telefonate
  • Il 5% per mettersi in pari con il lavoro 
  • Il 3% per andare in palestra o allenarsi

Inoltre, sempre secondo l’indagine Nomisma, il 21% dei lavoratori usufruisce del servizio take away, sempre per risparmiare tempo.

Tra i fattori che orientano nella scelta del ristorante ci sono la vicinanza al posto di lavoro e la qualità dei piatti serviti, mentre, al contrario di quanto si potrebbe ritenere, la convenienza è un criterio secondario, anche perché spesso il pranzo dei dipendeti è pagato dall’azienda. 

Come può il tuo ristorante andare incontro alle esigenze dei lavoratori? 

La parola chiave è organizzazione: per soddisfare le richieste di una clientela che ha tempi ristretti ma non è, per questo, meno esigente, la prima cosa da fare è organizzarsi in modo da poter assicurare pasti di qualità con un servizio rapido ed efficiente:

  • Pianifica un menù settimanale da inviare a tutte le aziende del circondario in modo da permettere ai lavoratori di scegliere in quali giorni della settimana pranzare fuori (ricorda che il tuo principale competitor è la schiscetta portata da casa!)
  • Offri ai clienti la possibilità di prenotare il pasto dall’ufficio, in modo da ridurre i tempi di attesa in sala 
  • Predisponi un servizio take away per i clienti che ne fanno richiesta
  • Parla con i tuoi clienti per chiedere loro cosa gli piace del tuo locale o anche semplicemente per fare amicizia: i consumatori tornano più volentieri a mangiare in un posto accogliente e dal clima familiare!

*Fonte: ristoranti.it 

Calcola il risparmio per il tuo ristorante con PerPranzo 

Accedi a PerPranzo ZERO FEE